Dettagli
Cartina

Ghetti nella Polonia occupata: 1939-1941

I Tedeschi occuparono la Polonia occidentale nell'autunno del 1939, annettendo così al Reich la maggior parte del suo territorio. Nel giugno 1941, anche la Polonia orientale venne occupata dalle forze germaniche. Nella parte centro-meridionale del paese i tedeschi istituirono invece il Governatorato Generale; qui, essi crearono la maggior parte dei primi "ghetti", cioè zone recintate all'interno delle città, dove gli Ebrei erano costretti a vivere, in condizioni di grande miseria. Principale scopo dei ghetti era isolare gli Ebrei, separandoli sia dalla popolazione locale che dalle altre comunità ebraiche vicine. Il ghetto di Varsavia, istituito nell'ottobre del 1940, fu sicuramente il più grande, sia come estensione che come numero di abitanti: più di 350.000 Ebrei, circa il 30 per cento della popolazione della città, vennero gradualmente confinati nel ghetto, in un'area che rappresentava cira il 2,4 per cento dell'intera città.


Tag


  • US Holocaust Memorial Museum

Questa pagina è disponibile anche in

Ghettos in occupied Poland, 1939-1941 [LCID: pol74490]

Thank you for supporting our work

We would like to thank The Crown and Goodman Family and the Abe and Ida Cooper Foundation for supporting the ongoing work to create content and resources for the Holocaust Encyclopedia. View the list of all donors.