<p>German forces enter Aachen, on the border with Belgium, following the remilitarization of the Rhineland. Aachen, Germany, March 18, 1936.</p>

La Seconda Guerra Mondiale: Date principali

Lo sterminio di massa degli Ebrei d’Europa avvenne nel contesto della Seconda Guerra Mondiale. Durante l’invasione e la successiva occupazione di diversi territori in Europa, Unione Sovietica, e Africa settentrionale le politiche razziali e antisemite del regime nazista diventarono sempre più radicali, passando dalla persecuzione al genocidio.

18 Settembre 1931
Il Giappone invade la Manciuria.

2 Ottobre 1935 - Maggio 1936
L’Italia Fascista invade, conquista e si annette l’Etiopia.

25 Ottobre – 1˚ Novembre 1936
Il 25 Ottobre, la Germania Nazista e l’Italia Fascista firmano un trattato di cooperazione; il primo Novembre, vienne annunciata la creazione dell’Asse Roma-Berlino.

25 Novembre 1936
La Germania Nazista e l’Impero Giapponese firmano il Patto Anti-Comintern, diretto contro l’Unione Sovietica e il movimento dell’Internazionale Comunista.

7 Luglio 1937
Il Giappone invade la Cina, dando inizio alla Seconda Guerra Mondiale nel Pacifico.

11-13 Marzo 1938
La Germania annette l’Austria (Anschluss).

29 Settembre 1938
Germania, Italia, Gran Bretagna e Francia firmano il Trattato di Monaco, che obbliga la Cecoslovacchia a cedere alla Germania Nazista i Sudeti, incluse le sue principali posizioni militari difensive.

14-15 Marzo 1939
A seguito della pressione tedesca, la Slovacchia dichiara la propria indipendenza, creando la Repubblica Slovacca. La Germania, violando il Trattato di Monaco, occupa le regioni di confine della Boemia e della Moravia, unendole in un Protettorato.

31 Marzo 1939
La Francia e la Gran Bretagna si dichiarano garanti dell’integrità territoriale dello stato Polacco.

7-15 Aprile 1939
L’Italia Fascista invade e annette l’Albania.

23 Agosto 1939
La Germania Nazista e l’Unione Sovietica firmano un patto di non aggressione e una clausola segreta che divide l’Europa orientale in due zone di influenza.

1˚ Settembre 1939
La Germania invade la Polonia, dando inizio alla Seconda Guerra Mondiale in Europa.

3 Settembre 1939
Onorando il proprio impegno di garanti dell’integrità territoriale della Polonia, Gran Bretagna e Francia dichiarano guerra alla Germania.

17 Settembre 1939
L’Unione Sovietica invade la la zona orientale della Polonia.

27-29 Settembre 1939
Varsavia si arrende il 27 settembre. Il governo Polacco fugge in esilio, attraverso la Romania. La Germania e l’Unione Sovietica si spartiscono la Polonia.

30 Novembre 1939 – 12 Marzo 1940
L’Unione Sovietica invade la Finlandia, dando inizio alla cosiddetta Campagna d’Inverno.La Finlandia chiede l’armistizio, con il quale cede all’Unione Sovietica la parte settentrionale del Lago Lagoda e la zona costiera lungo il Mare Artico.

9 Aprile 1940 - 9 Giugno 1940
La Germania invade la Danimarca e la Norvegia. La Danimarca si arrende il giorno stesso dell’inizio dell’attacco; la Norvegia resiste fino al 9 giugno.

10 Maggio 1940 – 22 Giugno 1940
La Germania attacca l’Europa Occidentale – la Francia e i Paesi Bassi, che erano rimasti neutrali. Il Lussemburgo viene occupato il 10 maggio; l’Olanda si arrende il 14 maggio; il Belgio si arrende il 28 maggio. Il 22 giugno, la Francia firma l’armistizio con il quale la Germania occupa la parte settentrionale del paese e l’intera linea costiera Atlantica. Nella Francia meridionale viene istituito lo stato collaborazionista di Vichy dal nome della sua capitale.

10 Giugno 1940
L’Italia entra in guerra e il 21 giugno invade la Francia meridionale.

28 Giugno 1940
L’Unione Sovietica obbliga la Romania a cedere all’Ucraina Sovietica le province orientali della Bessarabia e la parte settentrionale della Bukovina.

14 Giugno 1940 – 6 Agosto 1940
Tra il 14 e il 18 giugno, l’Unione Sovietica occupa gli Stati Baltici, dapprima organizzando, in ognuno di essi, un colpo di stato Comunista (14-15 giugno) e, successivamente, annettendoli come Repubbliche Sovietiche (3-6 agosto).

10 Luglio 1940 – 31 Ottobre 1940
La campagna dell’aria, nota come Battaglia d’Inghilterra, termina con la sconfitta della Germania Nazista.

30 Agosto 1940
Secondo Arbitrato di Vienna: la Germania e l’Italia decidono la divisione della Transilvania, provincia contesa da Romania e Ungheria. La perdita della Transilvania Settentrionale obbliga Re Carol di Romania ad abdicare in favore del figlio Michael e porta al potere il dittatore Generale Ion Antonescu.

13 Settembre 1940
Partendo dalla Libia, allora sotto il controllo italiano, l’Italia invade l’Egitto, che era sotto il controllo della Gran Bretagna.

27 Settembre 1940
Germania, Italia e Giappone firmano il Patto Tripartito.

Ottobre 1940
Il 28 ottobre, l’Italia invade la Grecia, passando dall’Albania.

Novembre 1940
La Repubblica Slovacca (23 novembre), l’Ungheria (20 novembre) e la Romania (22 novembre) aderiscono all’Asse.

Febbraio 1941
I tedeschi inviano gli Africa Korps in Nord Africa, in aiuto alle truppe Italiane in difficoltà.

1˚ Marzo 1941
La Bulgaria aderisce all’Asse.

6 Aprile 1941 – Giugno 1941
Germania, Italia, Ungheria e Bulgaria invadono e smembrano la Yugoslavia, che si arrende il 17 aprile. La Germania e la Bulgaria invadono la Grecia, in appoggio alle truppe italiane. La resistenza della Grecia termina all’inizio del giugno1941.

10 Aprile 1941
I leader del movimento terrorista Ustascia proclamano lo Stato cosiddetto Indipendente di Croazia. Immediatamente riconosciuto da Germania e Italia, il nuovo stato include la provincia di Bosnia-Erzegovina. La Croazia si unisce formalmente alle potenze dell’Asse il 15 giugno 1941.

22 Giugno 1941 – Novembre 1941
La Germania Nazista e gli alleati dell’Asse (ad eccezione della Bulgaria) invadono l’Unione Sovietica. La Finlandia – mirando ad essere risarcita per le perdite territoriali subite a seguito della Campagna d’Inverno e del successivo armistizio – si allea con le forze dell’Asse alla vigilia dell’invasione. Nel corso di settembre, la Germania conquista rapidamente gli Stati Baltici e, con l’aiuto della Finlandia, stringe d'assedio Leningrado (oggi San Pietroburgo). Nella zona centrale, all’inizio d’Agosto i Tedeschi conquistano Smolensk e muovono su Mosca nel mese d’ottobre. Nella parte meridionale, truppe tedesche e romene conquistano Kiev (Kyiv) in settembre e Rostov, sul fiume Don, nel novembre successivo.

6 Dicembre 1941
Una controffensiva sovietica costringe i Tedeschi, giunti alla periferia di Mosca, a una caotica ritirata.

7 Dicembre 1941
Il Giappone bombarda Pearl Harbor.

8 Dicembre 1941
Gli Stati Uniti dichiarano guerra al Giappone, entrando ufficialmente in guerra. Le truppe Giapponesi sbarcano nelle Filippine, nell’Indocina Francese (Vietnam, Laos e Cambogia) e a Singapore, allora sotto il dominio Britannico. Alla fine del 1942, l’occupazione di Filippine, Indocina e Singapore da parte del Giappone è completata.

11-13 Dicembre 1941
La Germania Nazista e gli alleati dell’Asse dichiarano guerra agli Stati Uniti.

30 Maggio 1942 – Maggio 1945
Gli Inglesi bombardano Colonia, portando la guerra sul suolo tedesco per la prima volta. Nel corso dei successivi tre anni, i bombardamenti anglo-americani riducono molte città tedesche a un ammasso di macerie.

Giugno 1942
La flotta inglese e la flotta americana fermano l’avanzata delle navi giapponesi nel Pacifico centrale, alle isole Midway.

28 Giugno 1942 – Settembre 1942
La Germania e i paesi dell’Asse lanciano una nuova offensiva in Unione Sovietica. A metà Settembre, le truppe tedesche riescono a penetrare a Stalingrado (oggi Volgograd) sul fiume Volga, penetrando poi profondamente nel Caucaso, dopo essersi assicurati anche la penisola di Crimea.

Agosto – Novembre 1942
A Guadalcanal, nelle isole Salomone, le truppe statunitensi fermano l’avanzata del Giappone verso l’Australia – avanzata che i Giapponesi avevano attuato occupando isola dopo isola.

23-24 Ottobre 1942
Le truppe inglesi sconfiggono i Tedeschi e gli Italiani ad El Alamein, in Egitto, constringendo le forze dell’Asse a una caotica ritirata attraverso la Libia e spingendole fino al confine orientale con la Tunisia.

8 Novembre 1942
Truppe inglesi e statunitensi sbarcano in diversi punti lungo le spiagge dell’Algeria e del Marocco, nell’Africa Settentrionale Francese. Le truppe francesi di Vichy falliscono nel tentativo di fermare l’invasione, permettendo agli Alleati di raggiungere rapidamente il confine occidentale con la Tunisia; in risposta a tale fallimento, i Tedeschi occupano anche la Francia meridionale, l’11 novembre.

23 Novembre 1942 – 2 Febbraio 1943
Le truppe sovietiche contrattaccano e sfondano le linee degli eserciti ungherese e rumeno a nordovest e a sudovest di Stalingrado, intrappolando così la Sesta Armata tedesca all’interno della città. Fermati dagli ordini di Hitler, i sopravvissuti della Sesta Armata non possono né ritirarsi, né tentare di rompere l’accerchiamento dei Sovietici e vengono, infine, costretti alla resa tra il 30 gennaio e il 2 febbraio 1943.

13 Maggio 1943
Le forze dell’Asse presenti in Tunisia si arrendono agli Alleati, ponendo così termine alla Campagna del Nord Africa.

10 Luglio1943
Truppe inglesi e statunitensi sbarcano in Sicilia. A metà agosto, l’isola è sotto il controllo alleato.

5 Luglio 1943
I Tedeschi lanciano una massiccia offensiva di carri armati nei pressi di Kursk, in Unione Sovietica. In una settimana, i soldati dell’Armata Rossa fermano l’attacco e danno inizio alla controffensiva.

25 Luglio 1943
Il Gran Consiglio del Fascismo destituisce Benito Mussolini, incaricando il Maresciallo Pietro Badoglio di formare un nuovo governo.

8 Settembre 1943
Il governo Badoglio si arrende incondizionatamente agli Alleati. I Tedeschi assumono immediatamente il controllo di Roma e dell’Italia settentrionale e istituiscono uno stato fantoccio Fascista guidato da Mussolini, il quale era stato liberato il 12 settembre da un commando tedesco.

9 Settembre 1943
Le truppe alleate sbarcano sulle spiagge di Salerno, nei pressi di Napoli.

6 Novembre 1943
Le truppe sovietiche liberano Kiev.

22 Gennaio 1944
Le truppe alleate sbarcano nei pressi di Anzio, poco a sud di Roma.

19 Marzo 1944
Temendo che l’Ungheria voglia abbandonare l’Asse, i Tedeschi occupano il paese e obbligano il Reggente, Ammiraglio Miklos Horthy, a nominare un Capo del Governo favorevole alla Germania.

4 Giugno 1944
Le truppe alleate liberano Roma. Sei settimane dopo, i bombardieri anglo-americani sono in grado di colpire la Germania orientale per la prima volta.

6 Giugno 1944
Le truppe americane e britanniche sbarcano sulle spiagge della Normandia, aprendo un “Secondo Fronte” contro la Germania.

22 Giugno 1944
I Sovietici lanciano una massiccia offensiva nella Bielorussia orientale, distruggono il Gruppo Armato Centrale tedesco e si spingono fino al fiume Vistola, raggiungendo la Polonia Centrale e Varsavia il 1˚ agosto.

25 Luglio 1944
Le forze anglo-americane superano l’opposizione tedesca sulle spiagge della Normandia e proseguono velocemente verso est e verso Parigi.

1˚ Agosto 1944 – 5 Ottobre 1944
L’Esercito Nazionale Polacco, che costituiva la resistenza armata non comunista in Polonia, dà il via a un’insurrezione che avrebbe dovuto liberare Varsavia prima dell’arrivo delle truppe sovietiche. L’avanzata sovietica si ferma sulla riva orientale della Vistola. Il 5 ottobre i Tedeschi accettano la resa dei superstiti dell’Esercito Nazionale Polacco, che ancora combattevano dentro Varsavia.

15 Agosto 1944
Le forze alleate sbarcano vicino a Nizza, nella Francia meridionale, e avanzano rapidamente verso nordest e verso il Reno.

20-25 Agosto 1944
Gli Alleati raggiungono Parigi. Il 25 agosto, forze della Francia Libera, sostenute da truppe alleate, entrano nella capitale francese. Alla fine di settembre, gli Alleati raggiungono il confine con la Germania; alla fine di dicembre, praticamente tutta la Francia, insieme a buona parte del Belgio e parte dell’Olanda meridionale sono liberate dal dominio tedesco.

23 Agosto 1944
L’arrivo delle truppe sovietiche nei pressi del fiume Prut, spinge la Resistenza rumena a rovesciare il regime di Antonescu. Il nuovo governo firma l’armistizio e immediatamente si schiera sul fronte opposto delle forze in guerra, contro la Germania. Il cambiamento di fronte della Romania obbliga la Bulgaria ad arrendersi, l’8 settembre, e i Tedeschi ad abbandonare la Grecia, l’Albania e la Yugoslavia meridionale, durante il mese d’ottobre.

29 Agosto 1944 – 27 Ottobre 1944
Sotto la guida del Consiglio Nazionale Slovacco, formato sia da Comunisti che da Anti-comunisti, unità del movimento clandestino per la resistenza insorgono contro i Tedeschi e contro il regime fascista slovacco. Il 27 ottobre, i Tedeschi catturano Banska Bystrica, quartier generale dell’insurrezione, ponendo fine alla resistenza.

12 Settembre 1944
La Finlandia firma un armistizio con l’Unione Sovietica e abbandona l’Asse.

20 Ottobre 1944
Le truppe americane sbarcano nelle Filippine.

15 Ottobre 1944
Il movimento ungherese delle Croci Frecciate porta a termine un colpo di stato con il supporto dei Tedeschi, al fine di impedire al governo ungherese di negoziare la resa con i Sovietici.

16 Dicembre 1944
La Germania lancia l’ultima offensiva sul fronte occidentale, nota come Battaglia dei Giganti, nel tentativo di riconquistare il Belgio e dividere le forze alleate lungo il confine tedesco. All’inizio del gennaio 1945, però, i Tedeschi sono in ritirata.

12 Gennaio 1945
I Sovietici lanciano una nuova offensiva: dopo aver liberato Varsavia e Cracovia in gennaio, il 13 febbraio, dopo un assedio durato due mesi, conquistano Budapest e all’inizio di aprile spingono i Tedeschi e i loro alleati ungheresi al di là dei confini dell’Ungheria. Successivamente, con la conquista di Bratislava, avvenuta il 4 aprile, obbligano la Repubblica Slovacca alla resa; infine, il 13 dello stesso mese, liberano Vienna.

7 Marzo 1945
Le truppe americane attraversano il Reno, a Remagen.

16 Aprile 1945
I Sovietici lanciano l’offensiva finale e circondano Berlino.

Aprile 1945
Unità partigiane, guidate dal leader comunista jugoslavo Josip Tito, conquistano Zagabria e rovesciano il regime degli Ustascia. I capi del regime fuggono in Italia e in Austria.

30 Aprile 1945
Hitler si suicida.

7 Maggio 1945
La Germania si arrende alle forze alleate occidentali.

9 Maggio 1945
La Germania si arrende ai Sovietici.

May 1945
Le truppe alleate conquistano Okinawa, ultimo baluardo a protezione del territorio giapponese.

6 Agosto 1945
Gli Stati Uniti sganciano la prima bomba atomica su Hiroshima.

8 Agosto 1944
L’Unione Sovietica dichiara guerra al Giappone e invade la Manciuria.

9 Agosto 1945
Gli Stati Uniti sganciano una seconda bomba atomica su Nagasaki.

2 Settembre 1945
Avendo già annunciato, sebbene non firmato, la resa incondizionata il 14 Agosto, il Giappone si arrende formalmente il 2 settembre, ponendo così fine alla Seconda Guerra Mondiale.