Dettagli
Cartina

La rivolta del ghetto di Varsavia: 1943

Varsavia era - ed è tuttora - la capitale della Polonia e, prima della Seconda Guerra Mondiale, era anche il centro della vita e della cultura ebraiche del paese. Prima della guerra, i cittadini ebrei di Varsavia erano più di 350.000, circa il 30% dell'intera popolazione della città, e costituivano la comunità ebraica più grande non solo in Polonia ma in tutta Europa, nonché la seconda al mondo dopo quella di New York City. I Tedeschi occuparono Varsavia il 29 settembre 1939 e nell'ottobre del 1940 ordinarono la costituzione del ghetto, nel quale tutti i cittadini ebrei furono obbligati a trasferirsi. Il ghetto venne poi isolato dal resto della città nel novembre successivo tramite un muro alto circa 3 metri, sormontato da filospinato e strettamente sorvegliato dalle guardie, in modo da impedire i contatti con il resto della città.


  • US Holocaust Memorial Museum

Torna all'articolo

Warsaw ghetto uprising, 1943 [LCID: waz54063]

Thank you for supporting our work

We would like to thank The Crown and Goodman Family and the Abe and Ida Cooper Foundation for supporting the ongoing work to create content and resources for the Holocaust Encyclopedia. View the list of all donors.