Dettagli
Cartina

Campi di concentramento nazisti: 1933-1939

I primi campi di concentramento furono istituiti in Germania, subito dopo la nomina di Hitler a cancelliere, nel gennaio del 1933. I "Battaglioni d'Assalto" (le SA) insieme alle forze di polizia crearono i campi per poter gestire le masse di persone che erano state arrestate come presunti oppositori del regime. I campi furono realizzati a livello locale in tutta la Germania. Gradualmente, la maggior parte di questi primi campi fu smantellata e sostituita da nuovi campi di concentramento gestiti centralmente e sotto l'esclusivo controllo delle SS (Schutzstaffel, la guardia d'elite del regime nazista). Tra il 1933 e il 1939 furono creati sette grandi campi di concentramento: oltre a Dachau, essi comprendevano Sachsenhausen (1936) a nord di Berlino; Buchenwald (1937) vicino a Weimar; Neuengamme (1938) vicino ad Amburgo; Flossenburg (1938), Mauthausen (1938) e Ravensbrük (1939).


  • US Holocaust Memorial Museum

Torna all'articolo

Nazi concentration camps, 1933-1939 [LCID: ger72160]

Thank you for supporting our work

We would like to thank Crown Family Philanthropies and the Abe and Ida Cooper Foundation for supporting the ongoing work to create content and resources for the Holocaust Encyclopedia. View the list of all donors.