Dettagli
Cartina

Centri per l'"Eutanasia": Germania, 1940-1945

Nella terminologia nazista, la parola "eutanasia" veniva usata per indicare lo sterminio sistematico di coloro che i Tedeschi ritenevano "indegni di vivere" in quanto affetti da presunte malattie o anomalie genetiche. A partire dal 1939 strutture per l'asfissia tramite gas venefici vennero create a Bernburg, Brandenburg, Grafeneck, Hadamar, Hartheim e Sonnenstein.I pazienti venivano selezionati dai medici e trasferiti dagli ospedali a una di queste strutture centralizzate, dove venivano poi uccisi con il gas. Dopo che l'indignazione popolare costrinse alla chiusura di questi centri, nelle cliniche e negli ospedali di tutta la Germania i medici cambiarono metodo, eliminando coloro che erano stati selezionati per l'"eutanasia" tramite un'iniezione letale. In questo modo, il programma "eutanasia" continuò a svilupparsi e ad espandersi fino alla fine della guerra.


  • US Holocaust Memorial Museum

Condividi

Torna all'articolo

"Euthanasia" centers, Germany 1940-1945 [LCID: ger73070]

Thank you for supporting our work

We would like to thank The Crown and Goodman Family and the Abe and Ida Cooper Foundation for supporting the ongoing work to create content and resources for the Holocaust Encyclopedia. View the list of all donors.