Dettagli
Cartina

Il viaggio della “St. Louis”: 13 maggio-17 giugno 1939

La grigia situazione dei profughi ebrei tedeschi, perseguitati in patria e indesiderati all'estero, è illustrata dal viaggio della nave a vapore “St. Louis”. Il 13 maggio 1939, la “St. Louis”, un transatlantico tedesco, salpò dalla Germania con quasi un migliaio di rifugiati ebrei a bordo. I rifugiati erano diretti a Cuba ma, prima del loro arrivo, il governo cubano revocò il permesso di sbarco. Nel giugno del 1939, la “St. Louis” fu costretta a fare ritorno in Europa. Tuttavia, la Gran Bretagna, la Francia, il Belgio e i Paesi Bassi decisero di accettare i profughi. Dopo che, nel 1940, le forze tedesche occuparono l'Europa occidentale, molti passeggeri della “St. Louis” e altri profughi ebrei che erano entrati in quei paesi furono intrappolati nella Soluzione Finale, il piano nazista per uccidere gli ebrei d'Europa.


  • US Holocaust Memorial Museum

Questa pagina è disponibile anche in

Torna all'articolo

Voyage of the "St. Louis," May 13-June 17, 1939 [LCID: wor78050]

Thank you for supporting our work

We would like to thank The Crown and Goodman Family and the Abe and Ida Cooper Foundation for supporting the ongoing work to create content and resources for the Holocaust Encyclopedia. View the list of all donors.