Film

Profughi partono per gli Stati Uniti

Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, le potenze alleate in Europa rimpatriarono dalla Germania migliaia di profughi. Quelli rimasti - tra il milione e mezzo e i due milioni, sia Ebrei che non - o rifiutarono di tornare alle loro case o non poterono farlo per altre ragioni. Le restrizioni dettate dalle leggi sull'immigrazione precludevano l'accesso su larga scala di questi rifugiati in altri paesi europei e negli Stati Uniti. Essi quindi rimasero nella Germania occupata fino a quando non fu possibile organizzare il loro trasferimento in un altro paese. In queso filmato, realizzato più di quattro anni dopo la fine della guerra, si vedono i profughi a Monaco mentre preparano i propri averi e poi salgono a bordo di un aeroplano americano per intraprendere il viaggio che li porterà negli Stati Uniti.


  • National Archives - Film
Informazioni dall'archivio

Thank you for supporting our work

We would like to thank The Crown and Goodman Family and the Abe and Ida Cooper Foundation for supporting the ongoing work to create content and resources for the Holocaust Encyclopedia. View the list of all donors.