Ita Grynbaum

Ita Grynbaum

Data di nascita: 1926

Starachowice, Polonia

Ita era la penultima di nove figli di una famiglia ebrea molto religiosa di Starachowice, una cittadina nella Polonia centro-orientale. La loro piccola casa a un piano serviva sia da abitazione che da sartoria. Spesso, i lavori eseguiti nella sartoria venivano scambiati con altri prodotti, come legna da ardere o patate. Ita aiutava sua madre con le faccende di casa.

1933-39: Il padre di Ita morì improvvisamente, in casa, un sabato di giugno del 1939, poco dopo essere tornato dalla sinagoga. Si era disteso per riposare un po’ quando improvvisamente il sangue cominciò a uscirgli dalla bocca. Il fratello di Ita, Chuna, corse subito a cercare il dottore, ma quando tornò, il padre era già morto. Venne seppellito nel cimitero ebraico fuori città. La madre di Ita e i fratelli più grandi continuarono a far funzionare la sartoria. Nel settembre successivo, i Tedeschi occuparono Starachowice.

1940-45: nell’ottobre del 1942, le SS radunarono nella piazza del mercato tutti gli Ebrei della città. Ita, che già era ai lavori forzati in una vicina fabbrica, venne messa nella fila degli “abili al lavoro”, insieme a Chuna; più tardi, furono obbligati a marciare in un vicino campo di lavoro, dove Ita venne messa a servire i pasti ai lavoratori polacchi. Quando un’epidemia di tifo colpì il campo, Ita contrasse la malattia. Non essendo più in grado di lavorare, fu trasferita nella baracca che ospitava i prigionieri malati. Chuna andava a trovarla ogni giorno, spesso portandole dei pezzi di stoffa per tamponare le dolorose piaghe da decubito.

Non essendoci né dottori né medicine per i prigionieri, Ita morì dopo tre mesi e venne seppellita in una cava di pietre lì vicino. Aveva 17 anni.